|  | 

Regolamenti, circolari e dispositivi

Norme attuative per lo svolgimento dei congressi provinciali e di circolo

Dispositivo approvato dalla Direzione Regionale il 7 giugno 2010

Direzione Regionale Partito Democratico Piemonte

Norme attuative per lo svolgimento dei congressi provinciali e di circolo che si svolgono dopo il 22 maggio 2010 (art. 46 Norme transitorie Statuto nazionale PD)

In ottemperanza dell’art. 46 dello Statuto Nazionale del Partito Democratico approvato il 22 maggio 2010 dall’Assemblea Nazionale, la Direzione Regionale del Piemonte, sentiti i Segretari Provinciali, dispone quanto segue:

1. I Congressi provinciali e di circolo si potranno svolgere tra il 26 giugno e il 31 ottobre 2010 in seguito ad apposita deliberazione delle singole Direzioni/Assemblee Provinciali, da assumersi a maggioranza assoluta dei presenti entro e non oltre il 18 giugno 2010. I congressi provinciali e di circolo saranno svolti in conformità alle seguenti norme attuative atte a disciplinare quanto non già disposto dall’art. 46 dello Statuto nazionale.

2. Le date di svolgimento dei congressi o delle Assemblee devono essere tempestivamente comunicate al Dipartimento organizzazione della segreteria regionale.

3. L’Assemblea provinciale è costituita da 250 membri per la provincia di Torino, 100 membri per le altre province con popolazione superiore a 300.000 abitanti e 50 membri per le province rimanenti. Dell’Assemblea provinciale fanno parte di diritto il presidente di Provincia ed il capogruppo consiliare e il Sindaco della città capoluogo se iscritti al Partito Democratico. Sono invitati permanenti, senza diritto di voto, gli Assessori e i Consiglieri provinciali e della Città capoluogo iscritti al Partito Democratico, i Coordinatori dei circoli afferenti al territorio provinciale e gli eletti all’Assemblea nazionale e regionale del Partito Democratico eletti all’interno della provincia.

4. I direttivi dei circoli, in relazione al numero degli iscritti, devono essere così composti: fino a 50 iscritti: da 6 a 10 componenti, da 51 a 100 iscritti: da 16 a 20, da 101 a 200 iscritti:da 26 a 40, oltre i 201 iscritti: da 50 a 60. Il numero esatto dei componenti del direttivo del circolo viene definito con il voto favorevole dei 2/3 dell’assemblea degli iscritti.

5. Nel caso in cui nessun candidato abbia conseguito la maggioranza assoluta, gli eventuali ballottaggi per eleggere il Segretario in seno all’Assemblea Provinciale e al Direttivo di circolo, convocate dal Presidente/coordinatore uscente, devono svolgersi entro 7 giorni, in una data fissata dalla Direzione/Assemblea Provinciale al momento della Convocazione dei Congressi;

6. Le candidature a Segretario Provinciale vanno presentate 7 giorni prima della data del primo congresso di Circolo di quella Provincia.

7. Il collegamento delle liste all’Assemblea provinciale presentate in ogni circolo deve essere espressamente autorizzato dal candidato segretario e consegnato alla Presidenza dell’Assemblea degli iscritti all’inizio dei lavori.

8. Le candidature a Segretario di circolo e le liste collegate dei candidati al Direttivo vanno presentate entro un’ora successiva all’ora di convocazione dell’Assemblea degli iscritti.

9. Le candidature a Segretario Provinciale devono essere sottoscritte da un numero pari al 3% degli iscritti provinciali, rappresentativi di almeno 5 circoli, al momento della data di scadenza della presentazione delle candidature. Il numero esatto delle firme necessarie è comunicato tempestivamente dal Comitato Tecnico.

10. Le liste per l’Assemblea Provinciale possono essere presentate in ciascun circolo provinciale qualora siano sottoscritte da almeno il 3 % degli iscritti del circolo stesso.

11. Le liste per l’Assemblea di Circolo e le candidature a Segretario del Circolo devono essere sottoscritte da almeno il 10 % degli iscritti al Circolo e devono essere composte da un minino pari alla  metà e da un massimo pari al numero degli eligendi.

12. L’ordine di presentazione delle candidature a Segretario provinciale e a Segretario del circolo sarà assunto anche come ordine di illustrazione delle candidature stesse, e delle relative linee politico-programmatiche, nel corso delle Assemblee di circolo.

13. Ciascuna Assemblea/Direzione Provinciale costituisce una Commissione Tesseramento, garantendo la pluralità al suo interno, che certifica il numero degli iscritti, la validità dell’iscrizione, il rispetto delle norme statutarie e del Codice etico al momento della convocazione dei Congressi, della presentazione delle candidature e dello svolgimento dei Congressi, la custodia e la trasmissione degli elenchi degli iscritti al Comitato Tecnico e di Garanzia.

14. Ciascuna Assemblea/Direzione Provinciale costituisce un Comitato Tecnico e di Garanzia che sovrintende al regolare svolgimento dei Congressi, all’attuazione dello Statuto e delle Norme attuative, predisponendo il modello di scheda, dei verbali, la loro raccolta e custodia, e che dovrà procedere alla proclamazione degli eletti.

15. Il Comitato Tecnico stabilisce il numero dei componenti l’assemblea provinciale spettanti a ciascun circolo, assegnandoli per il 50% in ragione del numero degli iscritti del circolo e per il 50% in ragione dei voti ottenuti dal Pd alle ultime elezioni politiche del 2008 e garantendo, di norma, ad ogni circolo almeno un eletto. E’ possibile prevedere, ai soli fini congressuali, la convocazione, a cura del Comitato Tecnico provinciale e su proposta dell’Assemblea provinciale, in un’unica assemblea di due o più circoli, aventi un numero di iscritti e di voti insufficienti a garantire l’assegnazione di un eletto, nell’ambito di coordinamenti territoriali già costituiti.

16. Per quanto non previsto dalle presenti Norme Attuative si rimanda allo Statuto Nazionale vigente e in particolare all’art. 46, oltre che agli articoli dello Statuto Regionale, non in contrasto con le norme dello Statuto Nazionale modificato dall’Assemblea Nazionale del 22 maggio 2010.

scarica il pdf



Delibera della Direzione Nazionale su diritto di voto Congressi Circolo e Provinciali