|  | 

Appuntamenti

Asti, incontro con l’Assessore Regionale alle politiche sociali, della casa e della famiglia Augusto Ferrari

Venerdì 17 febbraio l’Assessore Regionale alle politiche sociali, della casa e della famiglia
Augusto Ferrari dedicherà l’intera giornata alla città di Asti. Insieme alla Consigliera Angela
Motta e all’Assessore ai servizi sociali della città Piero Vercelli, incontrerà le diverse realtà sociali
che tutti i giorni si occupano della comunità.
Il primo appuntamento, presso il polo universitario di Asti, sarà la conoscenza ed il confronto con i
membri del tavolo sulla disabilità istituito dal Comune di Asti. Il fondo regionale dedicato per il
2016 è stato di circa dodici milioni ripartiti tra gli Enti Gestori in modo proporzionale. Insieme ai
delegati si discuterà delle azioni da intraprendere in futuro.


Nel primo pomeriggio è prevista, invece, una visita presso la casa di riposo “Città di Asti” durante
la quale verrà affrontato l’aggiornamento del disegno di legge sulle IPAB: l’obiettivo è puntare a
criteri di efficacia ed efficienza nella gestione delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza
a seguito delle valutazioni di costi, rendimenti e dei risultati dell’attività svolta. L’incontro sarà
anche l’occasione per confrontarsi con dipendenti e ospiti sullo stato della struttura che pare abbia
superato le forti tensioni degli ultimi tempi.
Successivamente sarà la volta dell’incontro, presso il Circolo Way Assauto, con i rappresentatati dei
centri anziani e degli assegnatari degli orti sociali. La realizzazione di questi ultimi riguarda un
progetto di sviluppo urbano ed è relativo alla riqualificazione dell’ampia area di via Atleti azzurri
astigiani, tramite la creazione di appezzamenti destinati a 48 orti sociali. Si tratta di un programma
che, oltre a trarre vantaggio dall’avere un orto, ha l’obiettivo di rivolgere l’attenzione all’utilizzo
sociale ed educativo derivante dalla gestione dello stesso, prevedendo, all’interno del perimetro, una
sopraelevazione di cm 70 dell’area coltivabile, fruibile da chi sta in carrozzella e per gli alunni che
vorranno affinare fin da piccoli “buone pratiche” per mangiare sano.
La giornata si conclude con il convegno dal titolo “Verso un reddito di inclusione sociale: un piano
contro la povertà”. Questo momento è dedicato all’analisi degli strumenti di inclusione attiva
attualmente praticabili contro il grave fenomeno della povertà, a seguito dell’introduzione da parte
del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA), misura
nazionale che costituisce un primo importante, ma purtroppo non risolutivo, passo per sconfiggere
la povertà.
L’Assessore Ferrari è da qualche mese impegnato in un tour sulla Provincia di Novara, di recente
esteso anche ad altre città della Regione, per confrontarsi con i cittadini e gli amministratori locali
circa questa nuova manovra nazionale.
Come la Regione Piemonte molte altre Regioni hanno già attivato proprie misure accanto agli
interventi nazionali di politiche attive, in una logica di integrazione e multi dimensionalità.
Mentre in Parlamento il decreto legge sulla povertà, già approvato in prima lettura alla Camera il 14
luglio 2016, attende l’approvazione del Senato, tutte unitamente hanno presentato a Palazzo
Madama un documento, con l’obiettivo di sollecitare l’urgente richiesta di approvazione definitiva
del ddl povertà.
Una misura di carattere universale per coloro che si trovano in condizioni di esclusione e povertà
non può più aspettare.