|  |  | 

consiglieri news Pubblica in Homepage

Autostrade. Il PD presenta mozione in Consiglio regionale sulle nuove concessioni autostradali

“Il Ministero coinvolga attivamente la Regione Piemonte sulla scelta dei criteri per i bandi autostradali”. E’ quanto chiedono il capogruppo e segretario regionale del Pd del Piemonte, Davide Gariglio, e la presidente della Commissione trasporti, Nadia Conticelli, nella mozione presentata oggi in Consiglio regionale.

“Il Ministero – proseguono – sta procedendo con lo scopo di uniformare i tempi delle diverse concessioni in scadenza, chiediamo però che per le tratte di competenza piemontese la Regione svolga un ruolo centrale capace di utilizzare le risorse derivanti dalla concessioni per risolvere i problemi infrastrutturali”. Le tratte autostradali in questione hanno una estensione di circa 350 chilometri. Nella mozione vengono individuate le priorità dei nodi infrastrutturali da risolvere: il completamento dell’autostrada Asti-Cuneo; un piano di intermodalità e di parcheggi di interscambio con la metropolitana e il sistema ferroviario metropolitano (SFM); la rimodulazione del traffico in tangenziale, sia nei pedaggi che nelle barriere, con la valutazione di rendere il sistema tangenziale di Torino libero dal pedaggio o almeno rivedere la collocazione dei caselli di Bruere, Falchera, Beinasco, Trofarello e Settimo torinese; il completamento del nodo idraulico di Ivrea e il completamento di corso Marche a Torino.

“Le concessioni autostradali – continuano Gariglio e Conticelli – produce grandi utili ai concessionari, in considerazione anche dell’aumento dei volumi di traffico. Riteniamo – concludono – che gli enti pubblici chiedano, a fronte di concessioni remunerative per molti anni, benefici per il territorio”.