|  |  | 

News e comunicati Pubblica in Homepage

PD Vercelli: “Alla demagogia e al populismo del Sindaco di San Germano Vercellese, si risponde con atti concreti”

Alla demagogia e al populismo del Sindaco di San Germano Vercellese, si risponde con atti concreti.

[qui l’articolo su la Repubblica del 28/08/2017 sulla vicenda della sindaca leghista che multa i privati e organizzazioni religiose che ospitano i migranti]

L’assemblea Provinciale del Partito Democratico Vercelli-Valsesia, attraverso l’Odg approvato all’unanimità in data 12 settembre 2017 (vedi oltre), intende promuovere tali risposte.

Si anticipa che verrà, a tale proposito, presentata una interrogazione parlamentare urgente al Ministro dell’Interno Minniti e saranno sostenute eventuali azioni rivolte alla Giustizia Amministrativa avverse al provvedimento in questione.

Il Segretario Provinciale del PD Vercelli-Valsesia

Gian Paolo De Dominici


ASSEMBLEA PROVINCIALE DEL PD VERCELLI – VALSESIA

Ordine del giorno approvato all’unanimità il 12/09/2017

A seguito dell’incontro avvenuto presso la Prefettura di Vercelli lo scorso 3 agosto in materia di ospitalità degli immigrati, la Giunta comunale di San Germano Vercellese (Provincia di Vercelli) ha adottato, sulla scorta di una presunta necessità di tutela del territorio comunale, una delibera (DG n. 72 del 09/08/17) avente ad oggetto la “Tutela del territorio sangermanese dall’invasione/immigrazioni delle popolazioni africane e non solo. Provvedimenti” ove sono contenute prese d’atto, osservazioni e ricostruzioni dei fatti assai discutibili e altamente lesive dell’immagine e della dignità professionale dei soggetti istituzionali e non, in essa citati.

In particolare, si fa riferimento a frasi quali, “E’ intollerabile che Prefetture, privati  organizzazioni (religiose e non), cooperative ed enti in genere facciano business con il sistema dell’accoglienza disinteressandosi (letteralmente fregandosene) dell’Amministrazione comunale” o “Una delocalizzazione avvertita come un’imposizione, che non risponde a progetti di integrazione, ma che invece, favorisce un business di affidamenti e gestioni ad associazioni nate come funghi, senza avere un briciolo di esperienza” o a presunte politiche, definite “scellerate”, delle Amministrazioni precedenti che avrebbero portato ad una “crisi economica ed a un disagio sociale” e ad un “forte debito per la Comunità” cui si starebbe cercando di porre rimedio, peraltro in maniera non definita;

a considerazioni secondo le quali l’Italia si sarebbe “trasformata in un campo profughi/clandestini e che ad oggi non si rinvengono soluzioni politiche e normative sia a livello nazionale e sia a livello internazionale” e il Governo, tramite le Prefetture o altri Organi attiverebbe direttamente accordi e convenzioni con i privati finalizzati alla gestione e ospitalità dei migranti nei tempi di attesa dell’espletamento delle necessarie procedure e verifiche, “non prevedendo il parere o l’acquiescenza dell’Amministrazione comunale” ;

nella succitata DG viene deliberata  la “non accettazione della proposta di un’accoglienza diffusa sul territorio sangermanese, quale progetto presentato dalla Prefettura_UTG”; nonché l’esclusione della “collocazione ad imperio” di profughi/clandestini, in quanto lederebbe “i principi di autonomia e rappresentatività diretta dei cittadini in seno alle istituzioni locali”. Viene, altresì, prevista la presa d’atto che la delibera, non solo non comporti alcun onere finanziario per l’Ente, ma che addirittura contribuisca a “stimolare e a promuovere comportamenti virtuosi da parte di chi è chiamato in modo democratico a rappresentare l’intera comunità”.

L’assemblea provinciale del Partito Democratico,

Conferma il pieno sostegno alle politiche del Governo e in particolare del Ministero degli Interni, il cui operato, negli ultimi mesi ha determinato la drastica riduzione degli sbarchi di immigrati sul territorio nazionale e ha promosso quell’indispensabile accoglienza diffusa, unico strumento di garanzia di sicurezza e d’integrazione per le comunità locali;

sottolinea la necessità che le strutture ministeriali centrali e decentrate siano impegnate con ogni mezzo a garantire il progetto di accoglienza diffusa attraverso il coinvolgimento responsabile di tutti i Sindaci del territorio;

richiamato l’OdG approvato dall’Assemblea Provinciale in data 15/07/2017, stigmatizzando i comportamenti demagogici e razzisti della Giunta Comunale di San Germano Vercellese,

IMPEGNA

i propri organi provinciali, anche attraverso i propri rappresentanti nelle Istituzioni Regionali e Nazionali a verificare se:

il Ministero dell’Interno, anche per il tramite della Prefettura UTG di riferimento, sia stato reso edotto dell’approvazione e della relativa pubblicazione sull’albo pretorio on line del Comune di San Germano Vercellese, di una siffatta deliberazione che, ad una valutazione approfondita dei contenuti, risulta altamente lesiva delle politiche messe in atto dal Governo e dai diversi livelli istituzionali competenti;

il Ministero dell’Interno intenda adottare i necessari provvedimenti per garantire il rispetto, su tutto il territorio italiano, della sicurezza e della legalità, al fine di tutelare adeguatamente oltre che i cittadini italiani, anche i soggetti immigrati e richiedenti lo status di profugo che sono, come peraltro riconosciuto nella stessa deliberazione comunale, “soggetti che versano in situazione di povertà assoluta e abbisognano di assistenza psicologica, sociale e sanitaria”; nonché al fine di evitare atti ed iniziative volte ad emulare atteggiamenti volti a dividere le comunità residenti sul territorio italiano, a favorire le disuguaglianze e a contrastare le politiche di inclusione del Governo;

il Ministero dell’Interno  intenda intraprendere eventuali provvedimenti, previsti dalla normativa vigente, volti all’annullamento degli effetti della citata delibera comunale che, in alcuni passaggi, contiene addirittura disposizioni lesive delle libertà individuali dei cittadini e della proprietà privata.

la Regione Piemonte per tramite dell’Assessore Monica Cerutti, competente in materia, intenda anch’essa intervenire al riguardo;

L’assemblea provinciale del PD Impegna inoltre i propri organi a verificare la possibilità di promuovere ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Piemonte avverso alla DG n. 72 del 09/08/2017 del Comune di San Germano Vercellese sostenendo e incoraggiando tale iniziativa nei tempi e nei modi ritenuti più opportuni.

 

f.to il Presidente dell’Assemblea

Giovanna Giordano

 

f.to il Segretario Provinciale

Gian Paolo De Dominici

 

Vercelli, 12 settembre 2017