|  |  |  | 

Homepage il segretario News e comunicati

ASTI-CUNEO: SI SBLOCCHINO I LAVORI E SI SOSTENGA LO SVILUPPO DEL PAESE CON I FATTI

Il PD Piemontese si augura che dalle parole si passi ai fatti per lo sblocco del completamento dell’Asti-Cuneo. Da giorni sentiamo infatti parlare di proclami “sblocca cantieri” ma l’Asti-Cuneo è proprio l’emblema di come questo Governo sia soprattutto impegnato a bloccare, piuttosto che a far ripartire il nostro Paese.

 

Occorre, infatti, ricordare che l’opera è bloccata dall’attuale Governo perché se si fosse proceduto come previsto e individuato dal precedente Governo e dal ministro Graziano Delrio, oggi i lavori sarebbero già ripresi.

 

Ai grandi appassionati delle analisi costi benefici vogliamo ricordare che ogni giorno di ritardo nel completamento dell’Asti-Cuneo è un costo importante per tutto il sistema produttivo cuneese, e non solo. Senza poi pensare ad altre importanti opere sul territorio, come il completamento del raddoppio del traforo del Tenda.

 

Un ringraziamento va soprattutto agli amministratori locali di Cuneo, della sua Provincia e a tutti i rappresentati delle forze produttive del cuneese che dal primo marzo sono in presidio davanti alla Prefettura di Cuneo: anche grazie al loro impegno oggi è stato possibile mettere il Ministro Toninelli e il Presidente del Consiglio Conte di fronte alle loro responsabilità con questa visita.

 

E’ indispensabile per l’intero Piemonte che si giunga a completamento nei tempi più rapidi possibili delle opere infrastrutturali avviate sul territorio. Ci auguriamo che la visita di oggi sia servita a far aprire gli occhi a questo Governo blocca cantieri e blocca sviluppo.

 

Paolo Furia, Segretario PD Piemonte

Francesco Brizio, Responsabile Infrastrutture e Pianificazione Strategica PD Piemonte