|  |  | 

Homepage il segretario

DIREZIONE SALONE DEL LIBRO, FURIA: “CONTA LA COMPETENZA, NON L’APPARTENENZA POLITICA”

Le dichiarazioni di Cirio in merito alla Direzione del Salone del Libro dimostrano due cose.

La prima è che, sebbene il candidato della destra si presenti come un moderato, deve acquisire l’aggressività e la violenza del proprio alleato principale, la Lega, per poter essere adeguatamente sostenuto.

Se dovesse sciaguratamente essere eletto Presidente della Regione, si ritroverebbe, contro la sua stessa storia, ad aprire alle peggiori destre sdoganate in modo irresponsabile da un indegno Ministro dell’Interno.

La seconda cosa è che se vincesse la destra, si applicherebbe il peggior spoils system, la sostituzione di cariche negli enti di nomina pubblica, che si sia mai visto.

In certi ruoli contano la cultura, la saggezza, la competenza, e non la fedeltà a un capo politico.

Nel nostro ordinamento il fascismo è un reato.

Casa Pound dovrebbe semmai chiarire le proprie ambiguità una volta per tutte e congedarsi senza se e senza ma da un’ideologia che in Italia ha prodotto solo sofferenza e morte.

 

Paolo Furia, Segretario PD Piemonte